Garcinia Cambogia e tiroide, tutto quello che devi sapere

Ci sono studi sulla Garcinia Cambogia e tiroide che hanno portato risultati molto concreti. Esistono controindicazioni contro il consumo nelle donne in gravidanza, che stanno allattando o in persone che stanno prendendo medicinali per il diabete come l’insulina, la glibenclamide o le statine.Garcinia Cambogia e tiroides contraindicazioni

Non la può consumare nemmeno chi ha l’Alzheimer o qualche forma di demenza. A questo si devono aggiungere le persone con ipotiroidismo che non beneficeranno delle sue proprietà. Vediamo il perché.

Il problema della tiroide

La ghiandola tiroidea è quella che si incarica di regolare il ritmo con il quale l’organismo consuma gli alimenti. La sua alterazione può dare luogo a un rallentamento o un’accelerazione del suo funzionamento.

Spesso questo si ripercuote sul peso corporeo delle persone. Chi ha l’ipotiroidismo tende a ingrassare e gli risulta difficile regolare il proprio peso. Questo si deve al fatto che la tiroide in questi casi lavora con lentezza.

Per ridurre le molestie a queste persone gli viene ricettato un medicinale chiamato levotiroxina, che può essere influenzata da alcuni alimenti, tra i quali si trova questo frutto asiatico. Per questo la Garcinia Cambogia e tiroide è di solito un tema polemico in alcuni forum di nutrizione e dimagrimento.

Alimenti controindicati con levotiroxina

Ci sono alcuni alimenti che interferiscono con i benefici della levotiroxina e che possono aumentare le problematiche dell’ipotiroidismo. Il problema si presenta con quelli che hanno un alto indice di calcio, come il caso dei latticini, semi di lino, avena, segale e la soia e i suoi derivati.

Entrano anche in conflitto con questo medicinale quelli che hanno alti livelli di iodio, come il cavolo, il cavolfiore e il crescione. In questa categoria rientra anche la Garcinia Cambogia. Per questo il suo consumo può causare debolezza, giramenti di testa e aumento di peso.

Alcuni dottori indicano che è importante prendere la levotiroxina a stomaco vuoto per ridurre questa possibilità. Ma ogni caso è particolare e sempre richiede una consulenza con un medico.

Garcinia Cambogia e tiroide

L’errore più frequente è che molte persone con problemi di tiroide cominciano a consumare Garcinia Cambogia pensando che questa accelererà il funzionamento di questa ghiandola. Pensano in qualcosa così come una cura per il loro problema.

Purtroppo però è evidente che non è la migliore alternativa. Un solo beneficio può  essere preso in queste circostanze. Molti medici affermano che ha l’effetto di sopprimere l’appetito, tale per come è conosciuto questo integratore. Ma non brucia i grassi in chi soffre di ipotiroidismo.

In questa maniera, chi soffre di questo problema, deve realizzare una consulenza con il proprio medico. È necessario soppesare tutti i fattori prima di consumarla.

Conclusioni

È chiara quindi la relazione tra la Garcinia Cambogia e la tiroide. Come succede con molti vegetali e alimenti, questo frutto può ripercuotersi negativamente nell’azione della  levotiroxina. Quindi se soffri di ipotiroidismo deve prima di tutto chiedere a un medico professionista. Potrebbe funzionare come soppressore dell’appetito, ma il suo consumo deve essere fatto con precauzione.

Leave a Reply